Cerca nel blog

sabato 24 dicembre 2011

Recensione: LA RAGAZZA FANTASMA di Sophie Kinsella




TITOLO: La ragazza fantasma
TITOLO ORIGINALE: Twenties Girl
AUTORE: Sophie Kinsella
TRADUZIONE: Adriana Colombo e Paola Frezza Pavese
CLASSIFICAZONE: Letteratura inglese
GENERE: Commedia rosa
CASA EDITRICE: Mondadori
COLLANA: Oscar Grandi Best Seller
ISBN: 978-88-04-59944-9
NUMERO PAGINE: 393
PREZZO DI COPERTINA: 13,00 Euro

A ventisette anni, niente funziona nella vita di Lara. Il fidanzato l'ha lasciata, ma lei non si arrende e lo perseguita con messaggi e telefonate, la società di cacciatori di teste che ha aperto con la sua migliore amica non decolla, la socia ha pensato bene di trasferirsi a Goa lasciandola in un mare di guai e la sua famiglia la considera un po' picchiatella... Quando si trova costretta dai genitori ad andare al funerale di una vecchia prozia di centocinque anni che non ha mai conosciuto, Lara sente di aver toccato il fondo. Durante la funzione, però, succede qualcosa di incredibile: le appare una ragazza bellissima, diafana, vestita con l'accurata ed eccentrica eleganza degli anni Venti, che le chiede con insistenza: "Dov'è la mia collana? Voglio la mia collana!". Chi è questa ragazza? Di quale collana parla? E com'è che solo Lara riesce a vederla? Ciò che ancora non sa è che la misteriosa ragazza comparsa dal nulla, capricciosa, pungente e stravagante, vestita con meravigliosi abiti vintage, diventerà la sua guida, la sua amica più cara, la confidente perfetta, e che la ricerca dell'agognata collana si trasformerà per entrambe in una sorprendente avventura.

GIUDIZIO PERSONALE
Ho acquistato questo libro per caso, attratta dal titolo e dalla copertina. Non avevo mai letto nulla della Kinsella e devo dire che ne sono rimasta piacevolmente sorpresa. Il romanzo è un'originale commedia rosa in cui si intrecciano un mix di temi che vanno da quelli classici del genere a temi un pò più impegnativi, che si ravvisano seguendo un percorso un pò più psicanalitico, e che si intrecciano tra loro in un crescendo di risate e tratti di velata malinconia. E qui, secondo me, sta la genialità dell'autrice: nel trattare anche temi un pò più " seri" con freschezza, immediatezza e comicità , senza mai scadere nell'eccesso da entrambe le parti.
Con un linguaggio scorrevole e diretto ci viene raccontato della fantastica amicizia tra due ragazze, coetanee, appartenenti ad epoche diverse: Lara, 27enne dei giorni nostri, ragazza  un pò frustrata e maldestra, in uno stato di perenne insicurezza e con un'autostima pari a 0. Nulla nella sua vita va come dorebbe andare; e la sua prozia, o meglio, il fantasma della sua prozia Sadie, eccentrica ragazza degli Anni '20, libertina, viziata, disinibita e a tratti un pò arrogante, morta a 105 anni e di cui la nipote ignorava l'esistenza in vita.
Dal momento in cui Sadie piomberà senza preavviso nell'esistenza di Lara, costringendola a mettersi alla ricerca di una fantomatica collana di perle che le apparteneva in vita e ora andata smarrita, non consentendole di trovare il "giusto ed eterno riposo", tutto sarà destinato a cambiare. 
Narrandoci di questa avventurosa ricerca, leitmotiv del romanzo, la Kinsella ci offre, attraverso il personaggio di Sadie, un interessante, divertente e colorato spaccato del decennio degli Anni Ruggenti, quelli delle prime emancipazioni femminili, delle flapper girls dalla pelle lunare, del Charleston e, tra perle, piume, lustrini e champagne, dei meravigliosi e stravaganti abiti e gioielli Vintage.
Attraverso Lara, invece, e in maniera più caricaturale attraverso la figura di sua cugina Diamanté, ci offre uno spaccato di una fetta (e sottolineo fetta) dei giovani del giorno d'oggi: spesso confusi, soli e insicuri, a tratti arrendevoli e omologati a dei comportamenti rituali di gruppo. Impossibile non fare una comparazione e non considerare Lara e Sadie come allegorie dello spirito dei tempi a cui appartengono; comparazione dalla quale Sadie, metafora dell'azione e dell'ottimismo, (per contro al pessimismo e all'inerzia di Lara, almeno nella prima parte del romanzo) per molti aspetti risulta vincente. Tuttavia Lara, nel corso della storia, come in una sorta di "romanzo di formazione psicologica", attraverso quest'importante e significativa amicizia, e con un pò di soprannaturale aiuto, subirà un notevole processo di trasformazione in positivo che la porterà ad accrescere la sua autostima e a relizzarsi laddove crede di aver fallito.
Una storia dal ritmo brillante e dall'atmosfera allegra e frenetica, a volte un pò nostalgica quanto basta, che passa in rassegna valori che, nonostante le mode e i cambiamenti nel corso della storia, restano universalmente validi e inviolabili: l'amicizia, l'amore, l'importanza del rispetto nei confronti di se stessi e di chi, anche se anziano, è venuto ed ha vissuto prima di noi e, come noi, possiede una sua storia, unica e irripetibile, fatta di sentimenti, paure, gioie, delusioni e sofferenze. Infine l'importanza della propria appartenenza e la riscoperta delle proprie radici, senza le quali saremmo mine vaganti sospese nell'aria.
VOTO: 9


BOOKTRAILER
NOTIZIE SULL'AUTRICE
Sophie Kinsella (pseudonimo di Madeleine Wickham, Londra 1969), prima di diventare una scrittrice di successo, è stata una giornalista economica.
Laureata in economia e filosofia presso il New Colledge di Oxford, ha lavorato per breve tempo come giornalista finanziaria per poi dedicarsi alla narrativa. Ha pubblicato con il suo vero nome sette romanzi rosa, apprezzati dalla critica, ma non molto noti presso il grande pubblico.
Nel 2000 è passata al cosiddetto genere "chick lit" pubblicando con lo pseudonimo "Sophie Kinsella" il suo primo successo internazionale, The Secret Dreamworld of a Shopaholic (in italiano Ilove shopping. Fra il 2000 e il 2010 ha firmato come Kinsella altri nove romanzi, fra cui cinque sequel di I love shopping
Attualmente vive a Londra insieme al marito Henry e cinque figli.
Altri suoi romanzi sono: Sai tenere un segreto? (2003); La regina della casa (2005); Ti ricordi di me? (2008); Ho il tuo numero (2011)

 TEMPO DI LETTURA: 5 giorni

LA MIA COLONNA SONORA: New Orleans Jazz (Charleston)
CITAZIONE: "Dov'è la mia collana? Mi serve!"
Giro la testa di scatto, sperando di individuare la provenienza della voce. E allora, all'improvviso, la vedo. Una mano. 
Una mano magra, ben curata, appoggiata sullo schienale della sedia accanto a me. La seguo con gli occhi, incredula. La mano appartiene ad un braccio lungo e sinuoso dalla pelle chiara. Che appartiene ad una ragazza più o meno della mia età. Che é pigramente seduta su una sedia accanto a me e tamburella impazientemente con le dita. Ha un caschetto di capelli scuri, un vestito di seta verde chiaro senza maniche, e riesco appena a catturare l'imagine del suo mento pallido e sporgente.
Sono totalmente esterrefatta che resto a bocca aperta.
Chi diavolo è quella?



7 commenti:

Galadriel ha detto...

Crissima Claudia contraccambiamo gli auguri di Buon Natale e buon anno nuovo che ti possa portare ciò che desideri. Un abbraccio virtuale da Galadriel e da Legolas. Buon proseguimento.
Ps. raccolto il tuo di banner grazie per lo scambio.

Squilibrato ha detto...

Buone festività!!

☆ღ )O(Claudia)O( ღ☆ ha detto...

Grazie Galadriel!
A presto!

☆ღ )O(Claudia)O( ღ☆ ha detto...

Squilibrato,
tanti tanti auguri anche a te con la speranza che l'anno nuovo possa portare nei nostri cuori quel pizzico di follia che serve a sentirsi ancora bambini e avere il coraggio di rincorrere i propri sogni!!!
Baci

Mari@-Il Cucchiaino Magico ha detto...

Ciao :o) Ho letto tutto d'un fiato la tua presentazione di questo libro e mi hai fatto venire voglia di leggerlo. Complimenti e Auguri di Buon Anno!
Maria

☆ღ )O(Claudia)O( ღ☆ ha detto...

Grazie Maria... è un libro di facile lettura!! Se hai voglia di un pò di sprint e leggerezza te lo consiglio!!
A presto.. :)

Vajolet ha detto...

Ho comprato questo libro in promozione qualche tempo fa, ma devo ancora leggerlo... Ora che ho letto la tua recensione lo afferro al volo! Cmq la kinsella è molto brava a scrivere, ti consiglio anche "la regina della casa", a me è piaciuto!!

.

.

Archivio blog