Cerca nel blog

sabato 19 febbraio 2011

Silenzio


Silenzio.
Rugiada di primavera
che scende dai miei 
occhi sulle tue mani
Sussurri notturni
che invadono 
la mente
in versi muti
a te dedicati.
Silenzio,
che parla,
che grida
attraverso i miei sguardi
a te,
immaginaria oasi del deserto,
acqua inaccessibile
alla sete della mia bocca.
Primo raggio di sole
del mattino
che penetra
prepotente
tra le persiane
dei miei pensieri
quando mi sorprendo
ad immaginarti 
come eri,
come sei,
come sarebbe stato
se la neve,
col suo silenzio,
non avesse ricoperto il calore
di una danza proibita..
Come la tormenta e gli uragani
devastante passaggio
di un miraggio
solo accennato,
col tempo sfumato,
estinto
tra le nuvole...
Quelle stesse nuvole 
che ammirammo 
al tramonto
di un pomeriggio 
d'estate
tra i campi di grano....
Silenzio
che oscilla su di me
a destare
sogni e malinconia
Manciate di pensieri confusi
rapidi,
leggeri come piume..
Come le nuvole
incostanti 
desta amarezza e nostalgia.
La nostalgia di scoprirti 
invisibile,
inesistente
anche quando 
ti posseggo 
nella mia perversa
e sbagliata 
fantasia.



5 commenti:

giordan ha detto...

persistente e avvolgente nel suo scorrere, la carica sensuale del testo.
Sono versi pieni che sciolgono la passione tra le righe.

molto bella

ciao
un abbraccio

la fenice ha detto...

è davvero bellissima.. hai davvero talento Claudia!!
a presto!

UIFPW08 ha detto...

Fa sempre piacere leggerti Claudia, I miei complimenti per le tue parole. Buon inizio di settimana, Ciao

Cavalier Amaranto ha detto...

Come scrissi tanto tempo fa, a proposito del silenzio.

Silenzio.
Ogni parola è di troppo, violenza nel nulla, spirito del quinto elemento, il vuoto.

... daisy... ha detto...

Passavo per lasciarti il nuovo url al mio blog: www.mystrangeafterworld.blogspot.com
:-)

.

.

Archivio blog