Cerca nel blog

domenica 23 maggio 2010

Lacrime di sangue...






Tempesta di sabbia
cocente di delusione
e rabbia
spazza via le bugie
e i tradimenti che
velenosi,
come il peggiore dei serpenti
si sono insinuati
nella mia vita..
Uragani di fuoco
riducete in cenere
i momenti di
tenerezza e imbarazzo
che mi hanno reso ridicola!
Gli sguardi falsi,
come meteore di sangue
che pazzo schizza
sul candore dell'anima mia
e la macchia di vergogna!
Aria secca e arida
che strozza i polmoni
e graffia la gola..
e la sabbia pungente e tagliente
avvolge il mio corpo
sotterrendomi e ustionando
la mia pelle
che si stacca a pezzi
e diventa cibo per gli scorpioni..
E le mie mani che scavano
alla ricerca dell'acqua
che scorre lontana dalle mie
labbra ormai inaridite
dal sole infuocato..
I miei occhi,
biglie di vetro
trasparenti
e ciechi,
versano lacrime di sangue!
Vago con in mano la rosa
del tradimento,
che bianca e pallida
ti invita a coglierla..
E tu, attratta dal suo
invitante profumo la cogli
non sapendo le spine che cela...
che bucano i tuoi palmi
e penetrano
nelle tue vene
scorrendo con il tuo sangue
e recidendo ogni organo.
La rosa è ora nera,
prosciugata
dalla tempesta di fuoco...
ma la spina traditrice
è ormai nel tuo corpo
e continua a logorarne i tessuti...
Cerco l'ombra e attendo la notte
ma i serpenti e gli scorpioni
tormentano la mia pelle
ormai raggrumata.
La luna non c'è a consolarmi
e il sangue dell'anima è peggio
di un pugnale rigirato nella carne...
Continuo a vagare
sola
fino a che
l'acqua del desiderio
compare...
limpida
dissetante
fresca
pura...
mi ci tuffo
e lavo le ferite.
Rigenero il mio corpo
ma il sangue continua
a scendere dal vetro dei miei occhi....





"Prendi l'aspetto del fiore innocente, ma sii il serpente sotto di esso."


(Lady Macbeth: atto I, scena V)

2 commenti:

UIFPW08 ha detto...

Pietà, rispetto, amore,

conforta ai dì cadenti,
non spargeran d'un fiore
la tua canuta età.

Né sul tuo regio sasso

sperar soavi accenti:
sol la bestemmia, ahi lasso!
la nenia tua sarà.

Demetra ha detto...

Il tradimento è una ferita che con il tempo si trasforma in cicatrice , come monitor perenne del dolore . Buona notte ( e grazie della tua presenza nel mio blog )

.

.

Archivio blog