Cerca nel blog

mercoledì 17 febbraio 2010

Pioggia



Pioggia
Quanto ti ho odiata fino a poco tempo fa!
Odiavo quel senso di tristezza e angoscia di
albe umide, senza raggi di sole ad illuminare
il mio risveglio!
Crescendo ho imparato ad amarti ed apprezzarti
perché tu sei acqua
che disseti la terra arida,
che rinfreschi dall'afa estiva,
che nascondi le lacrime che scorrono in viso,
che mi fai compagnia con il ticchettio delle gocce sui vetri
della mia finestra
che scavi la roccia e, lentamente, apri nuovi varchi
perchè sei pura,
perchè sei fonte di vita!
Pioggia
ti osservo e ti ascolto scendere,
incessante,
testarda,
da sprazzi di nebbia,
dal cielo della mia terra
che trema e cammina!
E il terrore negli occhi della mia gente,
sfollata, indifesa
e distrutta!
E vorrei che rallentassi,
e risparmiassi questo dolore alla mia terra...
la mia bellissima terra
che, impotente, vedo soffrire
negli occhi di un bambino impaurito
o di anziano che vede portarsi via,
da te,
i sacrifici di intere generazioni!
Ti supplico
calma la tua rabbia,
verso chi è avverso alla Natura!
Risparmia gli innocenti
e lascia spazio all'arcobaleno...
Così che tra i suoi bellissimi colori
e tra i primi boccioli in fiore
possano irrompere i primi caldi raggi primaverili,
e le rondini possano tornare a volare tra il verde dei campi..








Cari amici blogger,
finalmente sono tornata! Mi siete mancati tantissimo! Mi sono mancati i vostri commenti, i vostri post e le vostre riflessioni!!
Vi saluto con questi versi che sono legati alle disgrazie che sta vivendo la mia terra, la Calabria, in questi giorni a causa delle frane...
Per cui li dedico a tutta quella gente che è rimasta senza casa, con la speranza che possa riprendersi presto!
Vi abbraccio!


18 commenti:

Amaranta ha detto...

Bentornata Claudia :)))))))))))
Mi mancava il tuo logo con la mascherina. Una questione di esami se non sbaglio. Spero che siano andati bene. Rientri con un bellissimo scritto dedicato alla tua terra, che questi giorni è in stato di calamità, per via delle frane.
Mia sorella vive in Calabria e sò che la situazione è alquanto preoccupante. Ma il tuo scritto, Claudia, esprime appieno la sofferenza e l'apprensione che in questi giorni là si sta vivendo.
Ma non è colpa solo dell'abbondanza della pioggia.
Le colpe più grandi, come sempre, sono dell'uomo che troppo spesso stravolge, distruggendo, gli equilibri della natura.
I disboscamenti selvaggi, ad esempio. O costruire laddove sarebbe meglio non farlo.
Ovviamente, questo mio, è un discorso generale, che riguarda un pò tutto il territorio nazionale.
Ho trovato molto bello soprattutto l'inizio della tua poesia, quel tuo intimo dialogare con la pioggia.
La gamma delle sensazioni che ne scaturisce è coinvolgente.
Forse, Claudia, la pioggia ascolterà questa tua toccante poesia e irradierà, sulla tormentata terra di Calabria, l'arcobaleno più splendente che mai sia stato visto.
Un bacio
Marilena

Joe Black ha detto...

Ciao Laura, ben tornata.
Non immaginavo che anche tu vivessi in Calabria. Io vivo proprio a Vibo valentia.
Hai scritto una bellissima poesia dedicata a questa meravigliosa terra che mi ospita da circa 24 anni. Una terra che mi ha stregata, che amo, alla quale sento di appartenere.
4 anni fa una disastrosa alluvione ci ha messi in ginocchio. Ma la colpa, se così si definire, non è della terra a volte argillosa altre arida, nè della pioggia ma della violenza illegale che l'ha domita da sempre.
Spero che le lacrime di questa povera gente ultimamente colpita dalle frane, possa almeno per ora
farla cessare. E' inutile piangere in due. Ora lasciamo dar sfogo a quei poveretti!
Un abbraccio, Claudia.
Con l'augurio che la pioggia ti ascolti!

sirio ha detto...

Bentornata, Claudia!
Conosco abbastanza la Calabria, ho visto in diretta quella spaventosa frana...immagini che restano scolpite, come i versi di questa bellissima poesia.
Ciao, un caro saluto.

upupa ha detto...

Sei tornata alla grande!!!!!!!!!! Bellissime parole e con tantissimo significato,quasi una preghiera per una terra martoriata in questi giorni....

DIANA B ha detto...

Ciao carissima, sono felice di rivederti.
La tua poesia mi ha emozionato e commosso.
Auguro alla tua bellissima Terra di riuscire presto ad avere una primavera che possa portare serenità alla tua gente così duramente colpita.
Regalo a te un mazzolino di fiorellini che ho raccolto, come augurio perchè possiate trovare la serenità.
Un abbraccio strettissimo
Bruna

☆ღ )O(Claudia)O( ღ☆ ha detto...

MARILENA,
che bello rileggere i tuoi commenti ai miei post! Anche tu mi sei mancata!
In reltà l'ultimo esame sarà lunedì, e poi finalmente avrò finito per questa sessione! Ma sentivo la necessità di riprendere la mia attività di blogger! :D
Si, in Calabria, come anche in Sicilia, la situazione non è delle migliori e per ora la pioggia ancora non vuole lasciare spazio al Sole! L'importante è che non ci siano altri danni!
Ad ogni modo....tu riesci sempre a cogliere ciò che attravero i versi voglio esprimere!! In questo caso oltre al rammarico per la sofferenza della mia gente, anche il mio amore per la Natura alla quale mi rivolgo sempre quando sono in difficoltà...Sai, io sono molto meteropatica e la pioggia incessante non mi aiuta certo a risollevare il mio animo malinconico! Ma col tempo ho imparato ad apprezzarla poiché ogni cosa va accettata e ammirata con tutto ciò che comporta! E anche il Sole e la Primavera si godono di più!!
Ti abbraccio e grazie come sempre!!

☆ღ )O(Claudia)O( ღ☆ ha detto...

JOE BLACK,
che piacere! Dunque anche tu vivi in Calabria! E' bello sentire di appartenere ad un posto pur non essendoci nato... Anche perché, a mio avviso, non sempre si appartiene ad un posto perché ci si nasce! O magari in un'altra vita eri calabrese ;)!
Ricordo l'alluvione che colpì Vibo Valentia... E' stata terribile e, anche in quel caso, ricordo la sofferenza e le lacrime della gente! La cosa mi colpì molto anche se l'ho vissuta solo da spettatrice (tramite il tg)...io sono di un'altra zona!
Grazie del commento!
A presto...

☆ღ )O(Claudia)O( ღ☆ ha detto...

SIRIO,
anche tu sei calabrese?
Hai vissuto in prima persona la frana?

☆ღ )O(Claudia)O( ღ☆ ha detto...

Grazie UPUPA,
gentile come sempre!!
Un bacio

☆ღ )O(Claudia)O( ღ☆ ha detto...

DIANA,
grazie anche a te! E bello vedere che, a diffrenza di quello che ci vogliono far credere, la solidarietà c'è ancora da parte di molti!
L'amore è la chiave di tutto!!
Notte!

Guernica ha detto...

Ciao Claudia!:)
Ho cambiato idea...con fatica, ma ho deciso di continuare con il Blog.

Belli e delicati i versi.
Mi spiace tanto per quello che è successo da voi in Calabria.Vi capisco benissimo.

Ti abbraccio ed estendo a tutta la tua gente.

Pupottina ha detto...

bel post, Claudia, e soprattutto bentornata...

^___________^

☆ღ )O(Claudia)O( ღ☆ ha detto...

PUPOTTINA,
grazie...è stato bello anche rileggerti!!

☆ღ )O(Claudia)O( ღ☆ ha detto...

GUERNICA,
sai già come la penso!!
Sarebbe stato un peccato perdere una blogger come te!!
Sono felicissima!
Ti abbraccio!
PS voglia di studiare cadimi addosso!!! :P

giordan ha detto...

la pioggia disseta i poeti del mondo e lascia cadere al suolo il seme della vita. s'appiana così il perpetuo tornare, la quiete del tornare che muove piano, inesorabile e sempre... i suoi delicati passi.


hai scritto una bellissima poesia

grazie

un abbraccio

Maga di Endor ha detto...

claudia, sono dei versi accorati di una figlia che ama la sua terra, che ama la Natura e gli elementi, e che la implora affinchè con la sua Culla sia clemente. Sono bellissime parole ricche di Patos ed emozione, quelle che anch'io sento da buona donna del sud, che ama ed è attacata ala sua terra e alle sue origini.
ti mando un saluto grandissimo
E' bello riaverti con noi.
Lilly

☆ღ )O(Claudia)O( ღ☆ ha detto...

Grazie GIORDAN!
Sensibile e attento come sempre!!
A presto...

☆ღ )O(Claudia)O( ღ☆ ha detto...

Grazie LILLY,
ricevere complimenti da te, che sei una poetessa con la P maiuscola è veramente un onore, oltre che un piacere!! Si, è stato bello ritornare fra voi.... mi siete mancati, ogniuno con le vostre particolarità!
Ti abbraccio!

.

.

Archivio blog