Cerca nel blog

sabato 12 dicembre 2009

Saggezza indiana!




"Non mi interessa cosa fai per vivere, voglio sapere per cosa sospiri e se rischi il tutto per trovare i sogni del tuo cuore. Non mi interessa quanti anni hai, voglio sapere se ancora vuoi rischiare di sembrare stupido per l'amore, per i sogni, per l'avventura di essere vivo. Non voglio sapere che pianeti minacciano la tua luna, voglio sapere se hai toccato il centro del tuo dolore, se sei rimasto aperto dopo i tradimenti della vita o se ti sei rinchiuso per paura del dolore futuro. Voglio sapere se puoi sederti con il dolore, il mio o il tuo; se puoi ballare pazzamente e lasciare l'estasi riempirti fino alla punta delle dita senza prevenirti di cautela, di essere realisti, o di ricordarci le limitazioni degli esseri umani. Non voglio sapere se la storia che mi stai raccontando sia vera. Voglio sapere se sei capace di deludere un altro per essere autentico a te stesso, se puoi subire l'accusa di un tradimento e non tradire la tua anima. Voglio sapere se sei fedele e quindi hai fiducia. Voglio sapere se sai vedere la bellezza anche quando non è bella tutti i giorni. Se sei capace di far sorgere la tua vita con la tua sola presenza. Voglio sapere se puoi vivere con il fracasso, tuo o mio e continuare a gridare all'argento di una luna piena: SI! Non mi interessa sapere dove abiti o quanti soldi hai, mi interessa se ti puoi alzare dopo una notte di dolore, triste o spaccato in due, e fare quel che si deve fare per i bambini. Non mi interessa chi sei, o come hai fatto per arrivare qui, voglio sapere se sapresti restare in mezzo al fuoco con me e non retrocedere. Non voglio sapere cosa hai studiato, o con chi o dove, voglio sapere cosa ti sostiene dentro, quando tutto il resto non l'ha fatto. Voglio sapere se sai stare da solo con te stesso, e se veramente ti piace la compagnia che hai …… ...nei momenti vuoti. "


(Scritto da un'indiana della tribù degli Oriah - 1890)


Image Hosted by ImageShack.us


5 commenti:

Ivo Serentha and Friends ha detto...

I valori descritti dall'autrice indiana sono difficilmente reperibili nell'attuale società occidentale,un uomo,una persona che si porga in questo modo,direi che si è conservata nel frigo ed è uscita da poco.

L'occidente e il consumismo che propone si scontra un tantinello con la serietà che l'autrice si auspica,ma del resto sono passati molti decenni da questo scritto.

Buon inizio di settimana,carissima Claudia.

Marlow

Pupottina ha detto...

rispondo a quello che mi hai chiesto tempo fa a proposito della pubblicità del clearblue. su sky la passano in continuazione e su youtube ho scoperto che lo spot con le tre amiche in originale deve essere tedesco. nel mio post trovi tutti i link.
ciao e buon martedì ;-)

☆ღ )O(Claudia)O( ღ☆ ha detto...

Grazie cara...un abbraccio!

L'UnaStella ha detto...

Ciao Claudia mi ha colpito molto questo scritto.
Tocca la profondità e non la superficialità che ci gira intorno!

"Voglio sapere se sai stare da solo con te stesso, e se veramente ti piace la compagnia che hai... nei momenti vuoti"
Verissimo!

Un abbraccio cara!

MARCo ha detto...

molto molto bello!

By MARCo

.

.

Archivio blog